I Giusti

 

 

Secondo quanto sta scritto nel Talmud - monumentale opera della letteratura ebraica post-biblica, a carattere molto composito e complesso una delle numerose vie del "Parco dei Giusti" che contiene le spiegazioni della Torah (il Pentateuco) elaborate nel corso dei secoli dai maestri del pensiero religioso e giuridico ebraico - in qualsiasi momento della storia, ci sono sempre Trentasei Giusti al mondo.

Essi sono nati Giusti, non possono ammettere l'ingiustizia. E' per amor loro che dio non distrugge il mondo. Nessuno sa chi sono, e meno che meno lo sanno loro stessi. Ma sanno riconoscere le sofferenze degli altri e se le prendono sulle spalle.

Esiste un luogo a Gerusalemme, sul monte delle Rimembranze, che prende il nome di "Parco dei Giusti", dove migliaia di piante ricordano i nomi di tutti coloro che aiutarono gli ebrei durante gli anni dell'Olocausto.

Ecco di seguito riportati i nomi e le vicende di persone che grazie al loro coraggio e alla loro voglia di aiutare il prossimo sono considerate in tutto il mondo come "Giuste":

 

 

Oskar Schindler

Georg Calmeyer

Dimitar Peshev

Giorgio Perlasca

Anton Shmid

Don Francesco Repetto

Isabel von Maltzan

Raoul Wallemberg

Simon Wiesenthal

Gli altri eroi sconosciuti

l'ingresso al "Parco dei Giusti"

                                                                              L'ingresso al "Parco dei Giusti"

 

 

torna al sommario