Salta al contenuto principale

Il filo ritrovato

Bergamo Scienza

Dai suoni alle onde radio, un viaggio con gli studenti del Majorana lungo i fili visibili e invisibili che avvolgono il nostro mondo, trasportano i nostri pensieri e spesso li determinano.
Presenza ormai tanto pervasiva da risultare quasi invisibile, le telecomunicazioni fanno parte della nostra vita e del nostro modo di rapportarci al mondo. Per questo è importante esserne utenti consapevoli.

La nuova edizione del laboratorio di telecomunicazioni del Majorana, in collaborazione con l'Associazione Radioamatori di Bergamo e la Biblioteca Civica di Seriate, propone un percorso fatto di esperimenti e giochi per capire "cosa c'è dietro". I curiosi da cinque anni in su potranno:

  • "Vedere" i suoni e le parole, e trasformarli in segnali elettrici.
  •  Costruire un telefono con mezzi di fortuna.
  •  Giocare al centralinista, quando il telefono aveva ancora i fili.
  •  Seguire le onde radio e capire come si comportano.
  •  Diventare agenti del controspionaggio e cercare una trasmittente nascosta.
  •  Comunicare da una postazione radio a onde corte con il resto del mondo, come si fa nelle situazioni d'emergenza, quando tutti gli altri fili si spezzano.

In concomitanza con il laboratorio, la Biblioteca Civica di Seriate presenta l'iniziativa: Viaggio documentario nella scienza - esposizioni per ragazzi e adulti.

AllegatoDimensione
Questionario gradimento BergamoScienza ed. 2011 [pdf]97.33 KB
Come si trasporta il suono - Cenni storici e Fondamenti teorici [pdf]313.63 KB
Come si trasporta il suono - Dalla Teoria alla Pratica [pdf]424.31 KB
Costruire un amplificatore audio [pdf]341.81 KB